Offerta Formativa 2017

Percorsi formativi del CIDI

  • Aree tematiche disciplinari – Didattica della storia e della geografia (Primaria e Sec. I grado)

    Il corso di formazione è volto alla costruzione e alla realizzazione di percorsi didattici sul paesaggio urbano ed extraurbano come “ambiente di apprendimento” oltre che di vita. Gli insegnanti seguono attività laboratoriali per la presentazione e l’acquisizione di strumenti e approcci metodologici, che consentono di sviluppare competenze disciplinari e competenze trasversali, da applicare nell’attività in classe. I percorsi da effettuarsi con gli alunni sono finalizzati ad analizzare la percezione che gli alunni hanno degli spazi nei quali si svolge la loro vita e in quelli a scala più ampia, a renderli consapevoli delle strutture e delle dinamiche che in essi hanno luogo, a proporre e/o sperimentare possibili soluzioni agli elementi di criticità. Tali percorsi hanno una forte componente metacognitiva, giacchè l’efficacia delle prassi didattiche non è raggiunta se gli alunni non prendono coscienza della realtà che stanno “guardando”.
  • Aree tematiche trasversali - Didattica per competenze e innovazione metodologica

    Il corso intende  coinvolgere i docenti nella costruzione di situazioni di apprendimento diversificate secondo approcci metodologici efficaci per la didattica per competenze nell’ottica del curricolo verticale, nel Primo o Secondo ciclo d’Istruzione. Nella prospettiva di promuovere la condivisione di buone pratiche, in particolare in merito alla progettazione, realizzazione e documentazione  di UdA con l’adozione di approcci metodologici il più possibile aderenti ai bisogni degli allievi e finalizzati, in un’ottica inclusiva, al recupero motivazionale, allo stimolo dell’autonomia, al desiderio di apprendere tramite coinvolgimento personale e alla costruzione delle competenze, i docenti, prevalentemente in assetto laboratoriale, avranno l’opportunità, attraverso il “riconoscimento del disagio”,  di individuare soluzioni e strategie innovative.
  • Arre tematiche disciplinari – Didattica della riflessione sulla lingua

    Il corso si propone di condurre i docenti a riflettere sulla Grammatica come luogo di regole e di scelte, nel quale agiscono forme e funzioni della lingua. In questo scenario di riferimento, in relazione ai possibili modi di descrivere il funzionamento della frase (morfosintassi) i docenti saranno guidati a scoprire, attraverso diverse attività di gruppo, il modello che più di altri risponda alla necessità di vincolare la morfosintassi a criteri di scientificità che ne rendano praticabile la traduzione didattica nelle classi di ogni grado di scuola. I docenti saranno così condotti a scoprire nel modello della grammatica valenziale quello che riesce a descrivere la lingua come un sistema di significati funzionale ad ogni atto comunicativo.
  • Arre tematiche trasversali – La dimensione della valutazione (SNV / PdM)

    Il corso intende attivare nei docenti conoscenze e riflessioni atte a migliorare la cultura della valutazione. Su questo tema si procederà in due direzioni: la valutazione interna e la valutazione esterna. La delicata questione della valutazione come compito precipuo dei docenti sarà analizzata in rapporto ai diversi livelli dell’architettura progettuale didattica di ogni scuola, senza trascurare la prospettiva del rapporto tra valutazione degli apprendimenti e valutazione e certificazione  delle competenze. Sul tema della valutazione esterna, non solo si porterà i docenti a muoversi agevolmente tra norme e procedure, ma soprattutto li si condurrà a riflettere su di essa come ‘servizio’ alla scuola costruendo la capacità di leggerne ed interpretarne i risultati in chiave proattiva.
  • Aree tematiche trasversali – Didattica e Valutazione per competenze

    Il corso intende  sensibilizzare i docenti sull’opportunità di introdurre la didattica per competenze nella prospettiva del curricolo verticale,nel Primo o Secondo ciclo d’Istruzione, nella prospettiva delle reciproche certificazioni e di promuovere la condivisione di buone pratiche con un lessico ad esse coerente, in particolare in merito alla progettazione di UdA e alla questione valutativa. Avrà la finalità di superare l’inerzia dei curricoli tradizionali verso una didattica  che ponga  la persona in modo aperto dinamico e sensibile di fronte alla realtà e di realizzare ambienti di apprendimento adatti alla promozione e alla valutazione del profilo di competenze dell’allievo “ciò che sa fare con ciò che sa” attraverso la progettazione di compiti unitari autentici e di realtà /situazioni di apprendimento, gradualmente corredati di rubriche valutative.

  • Aree tematiche disciplinari – Didattica della lettura e comprensione del testo

    Il corso di formazione, distinto in 2 fasi,  intende condurre i docenti verso una conoscenza riflessiva dei processi di lettura e comprensione del testo, a partire dai modelli teorici di riferimento. Si intende altresì attivare nei docenti la capacità di progettare e di gestire l’attuazione di un curricolo verticale di lettura e comprensione dei testi, con riferimento alla loro complessità da riconoscere nelle componenti di base. I Laboratori  offriranno ai docenti la possibilità di confrontarsi operativamente con i problemi connessi ad una ragionata costruzione della reading literacy.
  • Aree tematiche trasversali – Costruzione dei curricoli

    Il corso, distinto in due fasi, si propone di guidare il Collegio dei docenti ad affrontare le questioni relative alla costruzione dei curricola disciplinari, con i necessari riferimenti a due ordini di vincoli, normativi e di competenza da costruire.  Si rifletterà altresì sull’intera architettura progettuale – didattica di ogni scuola, che ha nel curricolo progettato la sua base e nell’unità didattica la sua forma di implementazione più rigorosa. Si ragionerà, altresì, sulle interconnessioni esistenti tra curricolo e valutazione, a diversi livelli. Infine, questo percorso condurrà alla condivisione del modello da utilizzare per la costruzione di ciascun curricolo disciplinare.
    La  Fase 2 ha come obiettivo quello di tutorare i gruppi disciplinari nella costruzione dei curricola e  delle relative rubriche di valutazione delle competenze.
  • Aree tematiche trasversali – Didattica digitale per la costruzione di competenze nella scuola dell’innovazione

    Il corso è finalizzato ad offrire uno scenario il più possibile ampio ed esaustivo sulle azioni del PNSD centrate sull’innovazione didattica, sull’utilizzo integrato del digitale nei processi di apprendimento e sulla ricerca di soluzioni e strategie per la didattica digitale integrata. Mettendo a fuoco le strategie e l’utilizzo didattico degli strumenti (software, risorse per l’operatività, OER, Byod) che verranno esaminati per la costruzione delle competenze digitali degli allievi in un più ampio quadro della costruzione delle competenze degli assi culturali, il percorso formativo punterà alla costruzione delle competenze digitali per la realizzazione dell’apprendimento collaborativo degli allievi attraverso la realizzazione di percorsi mediaeducativi che mettano in relazione le discipline con le nuove tecnologie mediante l’uso integrato dei diversi linguaggi nella pratica didattica.
  • Aree tematiche disciplinari – Didattica della scrittura

    Il corso di formazione, distinto in 2 fasi,  intende condurre i docenti verso una conoscenza riflessiva  delle competenze diverse che entrano in gioco nell’atto della scrivere. Si ragionerà sulle fasi della scrittura, cioè la prescrittura, la scrittura e la revisione, e per ognuna di esse si esploreranno le possibili attività didattiche da realizzare in classe. Non sarà trascurata la delicata questione delle tipologie di testi da scrivere e dei determinanti che  orientano chi scrive, quali ad esempio, il destinatario e il contesto d’uso del testo scritto. Naturalmente la prospettiva nella quale ci si muoverà sarà quella del curricolo verticale di scrittura, intorno al quale si ragionerà insieme in un assetto partecipato.  Si affronterà altresì la delicata questione della valutazione delle produzioni scritte dai nostri studenti. Nella seconda fase si prevede di fare progettare ai docenti delle UDA su obiettivi di apprendimento condivisi, al fine di operare una ragionata ricercazione.
    • Aree tematiche disciplinari – Didattica della matematica

    Il corso intende stimolare la riflessione sull’importanza attribuita al laboratorio matematico dal curricolo, valorizzandolo nella prassi didattica e promuovendone l’utilizzo come risorsa privilegiata di apprendimenti e di relazioni. Ogni incontro sarà strutturato in due fasi: una prevalentemente didattica ed una applicativa.
    Nella fase didattica si  affronteranno temi importanti come: ascolto, conoscenza, competenza, creatività e strategie. Si insisterà molto sul metodo laboratoriale scomponendolo in tutte le sue componenti e sul concetto di “fare matematica” in contrapposizione al concetto di “insegnare la matematica”.
    Nella parte applicativa si partirà da domande che stimolino la ricerca di soluzioni attraverso congetture da verificare o dimostrare e in ogni caso da argomentare dando importanza agli errori come risorsa.

Offerta_FormativaDidattica_della_Matematica

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>