Un curricolo centrato sul significato

Un interessante articolo consigliato ai soci del Cidi

La breve riflessione che segue si colloca nell’ambito degli attuali orientamenti di riforma, di conseguenza considera suo principale punto di riferimento la cornice culturale all’interno della quale sono già state operate alcune opzioni fondamentali. Si poteva scegliere anche la via alternativa, cioè quella di tracciare alcune linee prospettiche avendo come riferimento un curricolo ideale che poteva trovare o non trovare conferma nelle scelte di politica educativa che il nostro paese sta operando in questo momento. Si è preferita la soluzione contestuale perché ritenuta più realistica sia metodologicamente sia per la legittimazione della proposta in sé. L’art. 21 della legge 15.3.97, n.59, indica una connessione strutturale tra organizzazione e didattica analizzando sia la loro reciproca interazione (commi 7 e 10) sia la loro specificità (commi 8 e 9). Questa interdipendenza si basa su alcuni assunti prioritari fra i quelli emergono, per l’organizzazione, quelli della flessibilità e della differenziazione, mentre, per la didattica, quelli del diritto all’apprendimento e dell’opzione metodologica che viene distinta dalla presenza e dalla fruizione di metodi diversi nella prassi didattica.

Per leggerlo tutto: Guasti – Curricolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *